Chi ha rapito il Bafalòn?

Ma chi avrà rapito il Bafalòn? Da tempo, lassù sul Monte San Salvatore, la lanterna che illuminava la sua grotta è spenta. Nessuno lo ha più incontrato nei boschi; nessuno lo ha più visto raccogliere castagne. Ma da qualche notte una voce misteriosa di donna sussurra una strana filastrocca.

Il mistero de Il rapimento del Bafalòn è stato svelato al Ristorante Vetta, nell’ambito di una conferenza stampa dove è stata presentata la nuova fiaba che racconta della scomparsa del simpatico personaggio (ormai famoso tra tutti i bambini e le famiglie del territorio luganese) e della avventura che i due piccoli protagonisti (Dafne e Timo) compiono, in una lunga notte di primavera, per ritrovarlo. Come nella favola precedente,

il Monte San Salvatore, con le sue prerogative paesaggistiche e naturali, con l’immaginario che da sempre sa evocare nella mente di grandi e bambini, con la sua antica storia, è il magico il teatro della avventura che raccontiamo. Le grotte, i sentieri, l’altitudine, i boschi e le rocce, le stagioni sempre diverse, sono la materia viva per la narrazione di questa nuova avvincente storia. Sono territori inesplorati della nostra fantasia dove ogni spirito bambino, può incontrare foreste incantate, giganti buoni e saggi come il Bafalòn, streghe strampalate come Tersilla e bambini coraggiosi e sognatori come Dafne e Timo.

La proposta si rivolge a tutti i cittadini, ma soprattutto alle scuole. Perché è dalle scuole che si vuole cominciare per fare amare ai più piccoli la loro terra, le antiche tradizioni, la natura e la cultura della bellezza.

Per sottolineare l’iniziativa ai Municipali capi dicastero Renata Foglia di Paradiso e Lorenzo Quadri di Lugano è stata consegnata la prima copia della fiaba. In occasione delle prossime festività natalizie, la Direzione della Società Funicolare San Salvatore promotrice dell’iniziativa editoriale, tramite le direzioni scolastiche farà omaggio della pubblicazione in brossura ad ogni allievo di 1a/2a/3a elementare delle Scuole di Paradiso e Lugano. I testi della fiaba sono di Paola Rovelli e Dario Tognocchi, lo stampato di 44 pagine è riccamente corredato con le gioiose illustrazioni di Simona Meisser.

Il libro è in vendita da mercoledì 21 ottobre nelle librerie del Cantone tramite FontanaEdizioni al prezzo speciale di CHF 19 (info@montesansalvatore.ch).

Comunicato stampa Bafalòn 2020

Nella foto da sinistra:
Felice Pellegrini , Lorenzo Quadri, Renata Foglia, Francesco Markesch

image_printStampa